Su questo argomento...
 
Trattamenti di assistenza

(Regolamento ex art. 19Bis per l’erogazione dei trattamenti di assistenza)
Approvato dal Min. Lavoro e della Previdenza Sociale in data 22/10/2008 (pubblicato in G.U. serie speciale n. 286 del 6/12/2008)

Domande & Risposte


In cosa consistono i trattamenti di assistenza?

I trattamenti di assistenza consistono in interventi economici erogati in conseguenza di eventi che generano particolari situazioni di bisogno economico.

Chi può richiedere tali trattamenti?

Possono beneficiare di tali interventi:
a) iscritti all’Epap;
b) pensionati dell’Epap;
c) superstiti dell’iscritto;
d) superstiti del pensionato.

Quali sono i trattamenti di assistenza?

I trattamenti consistono nella erogazione dei seguenti interventi economici:
a)   sussidi per concorso nelle spese per ospitalità in case di riposo per anziani, per malati cronici e/o lungodegenti o per portatori di handicap;
b)   sussidi per concorso nelle spese per assistenza  domiciliare;
c)   assegno di studio;
d)   sussidi per concorso nelle spese funerarie;
e)   sussidi per eventi che abbiano particolare incidenza economica sul bilancio familiare.

Come si richiede il trattamento?

Le domande vanno presentate, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, oppure tramite PEC all’indirizzo epap@epap.sicurezzapostale.it secondo le modalità relative a ciascun tipo di trattamento.
Le domande vanno presentate entro 31 maggio per accedere al bando relativo al I semestre ed entro il 30 novembre per accedere al bando relativo al II semestre.
Al termine del procedimento istruttivo, il Consiglio di Amministrazione approva le rispettive graduatorie:
a) entro il mese di luglio per le domande pervenute dal 1° dicembre fino al 31 maggio.
b) entro il mese di dicembre per le domande pervenute dal 1° giugno al 30 novembre.

Come avviene l’esame delle domande?

Il Consiglio di Amministrazione esamina le domande di richiesta dei sussidi con cadenza semestrale entro i mesi di maggio e di novembre. Per la concessione dei sussidi il Consiglio di Amministrazione terrà conto dei seguenti criteri:
a. Reddito del nucleo familiare dichiarato per l’anno precedente la presentazione della domanda;
b. Numero dei componenti il nucleo familiare (così come risulta dallo stato di famiglia);
c. Tipologia e gravità dell’evento causa della richiesta;
d. Risultati scolastici (in caso di assegno di studi);
e. Percentuale di regolarità contributiva in funzione degli anni di iscrizione;
f. Eventuale percezione precedente di sussidi ex art. 19 bis;
g. Libero professionista puro, senza altra cassa o ente previdenziale.

 

 

 Area riservata


 Epap on the road

Incontri con gli iscritti
Vai alla pagina


 Assicurazioni sanitarie

Polizze assicurative gratuite per gli iscritti Epap
Vai alla pagina


 Regolarità contributiva PA

Regolarità contributiva online per Enti o Soggetti Esterni
Vai alla pagina


 EPAPcard

La carta di credito per gli iscritti Epap
Vai alla pagina




 Amministrazione trasparente

D. Lgs. n.33
14/03/2013
Vai alla sezione


 Mappa del sito
Tutto quello che puoi trovare su questo sito

 Link utili

Consigli Nazionali
Enti di Previdenza
Ministeri
Agenzie di stampa
Istituzionali
Vari

 

EPAP Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale degli Attuari, dei Chimici, dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, dei Geologi
Via Vicenza 7 - 00185 Roma - Tel 06 696451 - Fax 06 6964555 - 06 6964556 - Cod. Fisc. 97149120582
web design: Cliccaquì