Su questo argomento...

 
EPAPcard

Linee di credito, opzioni di rimborso e costi

Il possesso di EPAPcard dà la possibilità all’iscritto che ne farà richiesta la possibilità di usufruire di tre linee di credito:

  1. la prima linea, ordinaria, consente, come visto, i pagamenti presso i punti di vendita nazionali ed esteri convenzionati VISA e MASTERCARD;
  2. la seconda, definita esclusiva, è finalizzata, come abbiamo visto, al pagamento dei contributi previdenziali dovuti all’Epap;
  3. la terza, infine, è finalizzata all’erogazione di prestiti.

Ciascun iscritto, possessore di EAPcard, potrà decidere di utilizzare la Carta nel modo che preferisce, decidendo ad esempio di servirsene solo per pagare i contributi senza alcuna commissione e senza recarsi presso gli sportelli bancari o postali, comodamente dal proprio PC , ovvero potrà avvalersi anche della linea ordinaria e, di conseguenza, utilizzare la EPAPcard per i propri acquisti. Infine l’iscritto potrà richiedere alla Banca Popolare di Sondrio l’erogazione di un prestito fino ad una massimo di 20.000,00 euro.

Il possessore di EPAPcard dovrà scegliere, al momento del rilascio della carta, la modalità di rimborso delle somme spese mediante l’utilizzo della stessa ed in particolare potrà scegliere se addebitare direttamente il proprio conto corrente della cifra spesa (cosiddetta opzione di rimborso a saldo) ovvero ottenere il rimborso rateale. Il pagamento dei contributi (linea esclusiva) e gli usuali acquisti effettuati con EPAPcard (linea ordinaria) sono rimborsabili sia nella modalità a saldo (ovvero senza alcun costo aggiuntivo) sia a rate (con costi per interessi dovuti alla Banca) mentre le somme erogate a titolo di prestito possono  essere rimborsate esclusivamente a rate.

Gli interessi relativi all’adozione della modalità di rimborso rateizzata sono dovuti alla Banca Popolare di Sondrio e sono relativi al servizio reso dalla Banca stessa all’iscritto. Tali interessi allineati al normale andamento di mercato variano in relazione alla tipologia di spesa. In particolare, qualora l’iscritto volesse rateizzare gli importi dei contributi pagati all’Epap dovrà alla Banca una somma, per interessi, pari al 4% (tasso BCE, variabile nel tempo) aumentato di 6,125 punti con capitalizzazione mensile; se, gli acquisti sono effettuati presso i punti vendita convenzionati, l’iscritto dovrà alla Banca, a titolo di interessi, una somma pari al 4% (tasso BCE, variabile nel tempo) aumentato di 9,375 punti con capitalizzazione mensile, infine, qualora dovesse rimborsare una somma presa a prestito, la somma relativa agli interessi da corrispondere alla Banca sarà pari al 4% (tasso BCE, variabile nel tempo) aumentato di 6,75 punti con capitalizzazione mensile.

E’ utile ricordare che qualora l’iscritto decidesse di utilizzare la EPAPcard optando per la modalità di rimborso a saldo, i costi dovuti per usufruire di tale utile ed esclusivo servizio saranno pari a zero è infatti questa la motivazione principale per la quale è stata pensata EPAPcard: non è richiesta nessuna quota di adesione; nessuna quota annuale (né per il primo né per gli anni a venire); non sono previste commissioni su operazioni effettuate a mezzo apparecchiature automatiche;

Se, al contrario, l’iscritto volesse optare per la modalità di rimborso rateale dovrà tenere conto dei costi per interessi (visti sopra) dovuti alla Banca Popolare di Sondrio per il servizio reso e, detto in modo brutale farsi bene i conti.
Può essere utile ricordare che le sanzioni applicate dall’Epap per ritardato pagamento dei contributi sono i seguenti: la successiva tabella riporta la misura delle sanzioni in funzione della tipologia di infrazione e del tempo trascorso.

Schema sinottico per la determinazione delle sanzioni

Inadempimento

Data di invio

Data di rettifica della infedele comunicazione

Misura della sanzione

Modello di dichiarazione dei dati reddituali (Mod. 2)

Ritardata comunicazione del reddito professionale (invio del mod. 2)

Entro il 30º giorno dalla scadenza del termine

 

€ 1 per ogni giorno di ritardo

Dal 31º al 60° giorno successivo alla scadenza del termine

 

€ 30 più € 2 per ogni giorno di ritardo

Dopo il 60° giorno (comunque entro il 31 dicembre)

 

€ 90 più € 3 per ogni giorno di ritardo

Mancata presentazione del reddito professionale

Oltre il 31 dicembre dell’anno di competenza

 

Ulteriori € 100.00 e comunicazione all’Ordine di categoria territoriale d’appartenenza

Infedele comunicazione del reddito professionale

 

Indipendentemente dalla data di scadenza del termine

50% del contributo soggettivo minimo operante nell’anno di riferimento


Inadempimento

Tipologia di contributo

Misura della sanzione

Pagamento dei contributi

Mancato o ritardato pagamento totale o parziale
dei contributi

Per il contributo integrativo, il contributo di solidarietà e il contributo di maternità

Interessi di mora nella misura annua del tasso legale vigente maggiorato fino a un massimo di 8 punti dal trentunesimo giorno con decorrenza dal giorno successivo all’ultimo utile per il previsto pagamento e fino a quello dell’effettivo versamento

Per il contributo soggettivo

Mora pari al tasso di interesse legale calcolato sui contributi dovuti e non versati maggiorati della rivalutazione di legge dei montanti di competenza di ciascun anno.

 

Per ulteriori info su costi e servizi specifici, Vi invitiamo a consultare la convenzione allegata che definisce i termini contrattuali per il rilascio della stessa.

 

 

 

 Area riservata


 Epap on the road

Incontri con gli iscritti
Vai alla pagina


 Assicurazioni sanitarie

Polizze assicurative gratuite per gli iscritti Epap
Vai alla pagina


 Regolarità contributiva PA

Regolarità contributiva online per Enti o Soggetti Esterni
Vai alla pagina


 EPAPcard

La carta di credito per gli iscritti Epap
Vai alla pagina




 Amministrazione trasparente

D. Lgs. n.33
14/03/2013
Vai alla sezione


 Mappa del sito
Tutto quello che puoi trovare su questo sito

 Link utili

Consigli Nazionali
Enti di Previdenza
Ministeri
Agenzie di stampa
Istituzionali
Vari

 

EPAP Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale degli Attuari, dei Chimici, dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, dei Geologi
Via Vicenza 7 - 00185 Roma - Tel 06 696451 - Fax 06 6964555 - 06 6964556 - Cod. Fisc. 97149120582
web design: Cliccaquì